Paolo Rossi e i suoi “misteri buffi”

Umili omaggi a teatro.

paolo rossi.jpgAndrà in scena domani al teatro OrfeoIl mistero buffo di Dario Fo (PS: nell’umile versione pop)” di e con Paolo Rossi con Lucia Vasini.

La rappresentazione è un omaggio al maestro di Paolo Rossi, appunto Dario Fo, e, come spiega, il suo autore, è uno spettacolo “ogni sera diverso, nonostante non sia improvvisato, recitato con il pubblico e non per il pubblico” ed è ha come tema conduttore la politica e la cultura, per difendere quei valori che rappresentano la nostra sopravvivenza.

Grande importanza ha anche la musica (dal vivo) di Emanuele Dell’Aquila, componente fondamentale del tutto, in continua interazione con l’azione scenica.

Lo spettacolo ha debuttato nel marzo di 2010 e ha avuto un grande successo, testimoniato dalle 25 repliche tenute al teatro Strehler di Milano, tutte rigorosamente sold out.

Inizio spettacolo: ore 20.30. Ingresso: 25, 20, 15 e 10 euro. Per info: 099.4533590. Il teatro Orfeo  in via Pitagora 78 a Taranto.

(foto da sagreinpuglia.it)

Una tragedia da portare nella memoria

Per non dimenticare.

auschwitz.jpgQuesta sera andrà in scena al teatro Comunale di MassafraIo mi ricordo – Giornata della memoria“, un recital teatrale su “Il Talmudista”. In scena ci saranno Francesco Orlando, Ermelinda Nasuto, Giancarlo Luce, con la partecipazione di Alessandro Lukas, l’autore sopravvisuto ad Auschwitz.

L’autore avrà occasione di celebrare la storia dfel popolo ebraico con una particolare storia, per non dimenticare gli orrori del campo di concentramento nazista.

Il Giorno della Memoria è una ricorrenza istituita nel 2000 per commemorare le vittime del fascismo, dell’Olocausto e di tutti i perseguitati.

La data scelta non è casuale: il 27 gennaio del 1945, le truppe sovietiche arrivarono ad Auschwitz, scoprendo quello che è poi divenuto tristemente noto il campo di concentramento e liberarono i superstiti, che ebbero poi modo di raccontare l’orrore di quegli anni.

Inizio serata: ore 20.30. Per info: 099.8801932 – 333.4832814. Il teatro comunale di Massafra si trova in piazza Garibaldi.

(foto da iljester.it)

Quattro appuntamenti con “La Musica d’Autore”

Canto yiddish a teatro.

gggggg.jpg

Partirà domani 27 gennaio la rassegna “La Musica d’autore” al teatro TaTA’, in occasione della Giornata della Memoria, con il concerto del progetto Betàm Soul.

Il duo, formato da Giovanna Carone e da Mirko Signorile, si fonda su uno stile che va oltre il jazz, il pop, l’etnico, ovvero l’yiddish, riarrangiando dodici pezzi classici del repertorio classico.

Altri invece sono composizioni composte da Signorile su testi poetici yiddish. Lo spettacolo si preannuncia come uno dei più importanti dell’intera stagione musicale italiana.

La rassegna continuerà mercoledì 17 febbraio, al teatro Orfeo, con il concerto di Moni Ovadia e Emanuele Segre.

Inizio spettacolo: ore 21. Ingresso: 15 euro (ridotto 12). Per info: 099.7303972. Il teatro TaTA’ si trova in via Grazia Deledda, a Taranto.

Tra musica popolare e Mozart!

Esperimenti musicali con… Mozart!

gilep.jpgQuesto mercoledì 26, al teatro Orfeo, andrà in scena “Mozart Folk!”, spettacolo nel quale si esibirà il violinista francese Giles Apap, accompagnato dall’Orchestra della Magna Grecia, diretta da Maurizio Lomartire.

Apap è un artista dotato di una solida formazione classica e di una tecnica fuori dal normale, che l’hanno reso come il più singolare violinista del ventesimo secolo.

Il suo stile infatti fonde la musica classica con la musica “popolare”, in particolare quella dell’Europa dell’est e la musica tradizionale irlandese.

Inizio serata: ore 21. Per info: 099.7304422 – 099.7328884 – www.orchestramagnagrecia.it . Il teatro Orfeo si trova in via Pitagora 78.

(foto da cbc.ca)

 

 

Un aborto in un sud che non cresce

Una donna, un aborto e una mentalità che non cambia.

aborto.JPGAndrà in scena domani al teatro TaTÀla Borto”, di e con Saverio La Ruina.

Come suggerisce il titolo, la rappresentazione si incentra su un aborto, ma non è il solo elemento dominante della storia.

Al centro dell’azione c’è una donna e una società di un paese del meridione fortemente maschilista che offende, violenta e avvinghia.

Gli uomini hanno reso il sud ancora arretrato e opprimente, con le sue vecchie regole che non cambiano e non sono predisposte ad un rinnovamento. Il tutto è raccontato in quei toni caratteristici delle donne meridionali, in un mix di  ironia e realismo.

Lo spettacolo è una produzione “Scena Verticale”. Gianfranco De Franco ha composto le musiche de “la Borto”, che saranno eseguite dal vivo.

Inizio spettacolo: ore 21. Ingresso: 12 euro (8 euro ridotto per under 25 e over 65). Per info: 099.4707948 – 366.3473430 . Il teatro TaTÀ si trova in via Grazia Deledda a Taranto.

 

Un buffo imprenditore romagnolo… all’opera!

Mai visto un comico presentare un concerto di musica lirica?

cevoli.jpgNoi no, ma c’è sempre una prima volta, a quanto pare. Infatti, domani al teatro Orfeo, andrà in scena lo spettacolo “Ma se mi toccano…”, con la partecipazione straordinaria di Paolo Cevoli, il noto assessore romagnolo di Zelig.

Cevoli presenterà arie e duetti di Gioacchino Rossini, eseguiti dall’Orchestra della Magna Grecia, diretta da Giuseppe Lanzetta, cantati dal soprano Anna Maria Sarra e dal basso buffo Cuneyt Unsal.

L’imprenditore con l’hobby del cabaret nasce nel 1958 a Riccione. Fin da piccolo gestisce la pensione di famiglia sita a Rimini.

L’entrata nel mondo del cabaret avviene nel 1990 con la partecipazione ad alcuni concorsi per comici e con la partecipazione a 15 puntate del Maurizio Costanzo Show come ospite.

Nel frattempo, continua la sua attività di imprenditore di un locale da lui aperto, che diventa in poco tempo un luogo di ritrovo della gente dello spettacolo, come Gino e Michele, autori televisivi di Zelig e di molte altre produzioni, che si accorgono del talento di quel divertente imprenditore, in particolare nel raccontare barzellette. Da quel momento inizia a partecipare alla trasmissione citata poc’anzi e a riscuotere un grandissimo successo.

Inizio serata: ore 21. Per info: 099.7304422 – 7328884. Il teatro Orfeo si trova in via Pitagora 78.

 

 

Un gioco d’azzardo chiamato amore

Il mostro del gioco.

antonio.jpgDomani sera, al teatro Orfeo di Taranto, è previsto lo spettacolo “Antonio e Cleopatra alle corse”.

La storia gira intorno al tema del gioco e la protagonista è una coppia, Bambino e Bambina, che vive in condizioni disperate.

Lui è un uomo senza soldi, lei ha una rara malattia per la quale non può esporsi alla luce. Lui non punta mai a giocate che altrimenti gli frutterebbero delle vittorie e lei scommette sempre sui cavalli perdenti.

La vicenda scorre su ritmi tragicomici ed analizza questo rapporto di coppia “malato”, fatto di ricordi, scherzi, insulti, domande, respingimenti, risposte attese a lungo. Un lungo cammino verso la salvezza, per sottrarsi alla minaccia della fine.

Lo spettacolo, di Andrée Ruth Shammah, è diretto da Roberto Cavosi, con Annamaria Guarnieri e Luciano Virgilio. La produzione ha ottenuto nel 2007 il Premio Speciale della Giuria Riccione.

Inizio spettacolo: ore 21. Per info: 099.4533590. Il teatro Orfeo si trova in via Pitagora 78, a Taranto.

(foto da laprimaweb.it)

Storie d’amore e di guerra

Amore e guerra… “in ombra”.

ab.JPGAndrà in scena stasera(a+b)3”, spettacolo di Claudia Sorace, in scena presso il teatro TaTÀ per l’unica data in Puglia.

E’ la storia di una giovane coppia di amanti, degli anonimi “a” e “b”, che consumano la loro cena e si preparano per uscire, quando il rumore delle bombe e la “chiamata” alla guerra cambieranno i programmi della coppia.

Così “b” è costretto ad abbandonare la sua compagna e la sera prima che ciò avvenga “a”, per mezzo dell’ombra del suo amato, traccia sul muro i suoi contorni.

Lo spettacolo ha vinto nel 2009 il Premio Speciale Ubu, il Premio della critica da parte dell’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro e il premio DE.MO./Movin’UP.

Inizio spettacolo: ore 21. Ingresso: 12 euro (ridotto 8 euro per under 25 e over 65). Per info: 099.4707948 e 366.3473430. Il teatro TaTÀ si trova in via Grazia Deledda, a Taranto.

Serata in compagnia della…bossa nova!

Jazz, swing, bossa nova…

amalia.JPGQuesto e molto altro è quello che vi aspetta se domani passerete dal Wine Art Gallery per il concerto di Amalia Baraona.

La cantante nasce in Portogallo e cresce in Brasile, al ritmo (neanche a dirlo) della musica popolare brasiliana.

Negli anni ’80 torna in Europa, dove scopre il jazz e lo swing, generi che proporrà dal vivo nei primi concerti nei piccoli club di Bruxelles, città che la ospita negli anni ’90.

Ma la sua anima migrante la porta a trasferirsi ancora, questa volta nel 2003, a Tirana, dove farà parte del trio jazz “Take 5” e dove conoscerà diversi musicisti con i quali registrerà per la prima volta a Skopje.

Il suo primo disco, “Mulheres”,  invece, viene registrato in Italia, dopo aver conosciuto, proprio a Tirana, diversi esponenti del jazz italiano, come Bruno Montrone (piano e arrangiamenti), Dário Di Lecce (contrabbasso), Fábio Delle Foglie (batteria) e Francesco Lomangino (flauto).

Inizio concerto: ore 22. Ingresso riservato ai soci. Per info: 328.5595357. Il Wine Art Gallery si trova in via di Palma 118, a Taranto.

Un pianoforte per celebrare Liszt

Nuovo appuntamento con la rassegna degli Amici della Musica.

cappello.jpgQuesta sera, preso il Circolo Ufficiali della Marina Militare, si esibirà Roberto Cappello, per il bicentenario della nascita di Liszt.

Cappello inizia la sua carriera artistica da bambino, esordendo dal vivo a sei anni, presso la Konzerthaus di Vienna.

Prosegue i suoi studi diplomandosi presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma nel 1974. Nella sua carriera ha tenuto più di 2000 concerti ed stato invitato nei più importanti festival internazionali.

Nel 1994 e 1995 ha inaugurato rispettivamente la stagione da camera del Teatro alla Scala di Milano e quella di S.Cecilia.

Discograficamente, ha registrato l’intero Corpus di Lieder di Schubert, il Concerto per pianoforte e orchestra n.20 di Mozart e il Concerto n.3 in Do minore op.37 di Beethoven.

Da sottolineare, inoltre, è la sua carriera da docente presso il Conservatorio di Parma, dove è stato eletto direttore per il trienni 2010/11 – 2012/2013.

Inizio serata: ore 21. Ingresso: 15 euro (12 ridotto). Per info: 099 7303972. Il Circolo Ufficiali M.M. si trova in piazza Kennedy 2, a Taranto.
(foto da gazzettadiparma.it)