“Grimmless” domani sera in scena al TaTA’ di Taranto

Grimm contro la realtà.

grimm.jpgDomani, presso il teatro TaTA’ di Taranto, andrà in scena “Grimless” di Ricci/Forte, realizzato con il sostegno di Unione Europea, Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese.

Nella rappresentazione si contrappongono favole e realtà. La favola è un mezzo per farci transitare dal mondo infantile all’età adulta, piene di desideri, sogni e lieto fine.

Ma la vita non è una favola di Grimm: è, appunto, “senza Grimm”. 

Così i due autori analizzano “politicamente” la fantasia, per analizzare il presente e classificare bene e male.

Inizio serata: ore 21. Ingresso: 13 euro (ridotto 10). Per info: 0994725780. Il teatro TaTA’ si trova in via Grazia Deledda a Taranto.

I Diaframma dal vivo questa sera al Gabba Gabba di Lama

Sono uno dei simboli del rock italiano degli anni ottanta e questa sera si esibiranno al Gabba Gabba di Lama.

dif.jpgParlo dei Diaframma che iniziano la propria attività nel 1981 capitanati dal compositore-chitarrista-poeta Federico Fiumani, muovendo i primi passi nella Firenze, culla del nuovo rock italiano.

La band, che vede inizialmente alla voce prima Nicola Vannini e poi Miro Sassolini, entra in una nuova fase, quando Fiumani, stanco di affidare l’interpretazione delle sue liriche ad altri, decide di passare al comando come vocalist, rivoluzionando ancora l’organico del gruppo nell’Ep “Gennaio” (1989 Diaframma) dove si perfeziona l’originale miscela di rock e canzone d’autore dell’artista fiorentino.

All’attivo la band ha 25 dischi, tra album in studio e live, e nel 2008 gli artisti più rappresentativi dell’attuale scena italiana hanno voluto rendere omaggio all’artista fiorentino, registrando un disco intitolato “Il dono”. Il loro ultimo disco si intitola “Niente di serio”, pubblicato nel 2012.

Inizio serata: ore 22. Il Gabba Gabba si trova in Via Tre Fontane 8 a Lama.

Bambini spacciatori, sentinelle e custodi d’armi. E non per gioco.

Bambini al servizio della criminalità.

tamb.jpgOggi parliamo di una pagina nera della nostra città, una notizia che fa male al cuore. 

E’ stata scoperta a Taranto una complessa organizzazione di traffico di armi e droga con l’Albania, che ha portato all’arresto di 44 persone.

L’indagine, partita già da diversi anni e che ha coinvolto ben 150 carabinieri, ha portato alla luce l’organizzazione gerarchica del suddetto traffico: al vertice ci sono i capi (che organizzavano le trattative), poi i collaboratori (che immettevano la droga sul mercato) e, infine, le varie sentinelle.  E molte di quest’ultime, purtroppo, erano bambini dai 10 ai 14 anni, costretti a “lavorare” per un compenso che andava dai 200 ai 500 euro mensili. Il loro compito era segnalare la presenza di forze dell’ordine nel quartiere Tamburi con messaggi in codice, oppure costretti a spacciare o, ancora, custodire armi.

Sono bambini che sono stati privati della loro innocenza, del loro diritto al gioco e allo studio. Questo giro di delinquenza è stato arrestato, ma sono tanti i bambini e i ragazzi che, vivendo in un quartiere notoriamente disagiato come quello di Tamburi, hanno un reale bisogno di aiuto. E di costruire un nuovo futuro. 

E, aldilà di promesse “da campagna elettorale”, perché non vengono ancora aiutati?

Depuratore guasto e rifiuti in mare: di chi è la colpa?

Di male in peggio, oserei dire.

liq.jpgDa un punto di vista ambientale, Taranto sembra non conoscere pace e l’ennesima brutta notizia non fa che aumentare il già più che motivato pessimismo.

Lo scorso martedì 13 marzo, il guasto del depuratore “Gennarini” ho provocato la dispersione in mare, precisamente nei pressi di Lido Bruno, di una notevole quantità di liquame , liquidi e rifiuti.

Il danno è incredibile: ad occhio nudo, è stata visibile una “pozza d’acqua marrone” di circa 50 metri e un odore assolutamente sgradevole anche a distanza di decine di metri.

Guardia costiera, Arpa e procura di Taranto sono attualmente a lavoro per indagare sul fatto. Le prime notizie ci segnalano che il guasto al depuratore è avvenuto tra il 7 e l’8 marzo e che non è la prima volta che avviene un disagio del genere, come segnalato anche dal Wwf, che non ha nascosta la preoccupazione circa la totale assenza di provvedimenti definitivi in passato.

A breve, si farà chiarezza su chi cadrà la responsabilità dell’accaduto. Come sempre, vi terremo aggiornati.

“M (emme)” di Woody Allen domani al teatro Verdi di Martina Franca

Woody Allen visto…dal teatro!

allen.jpgDomani, al teatro Verdi di Martina Franca, andrà in scena “M (emme)”, liberamente tratto dal film “Ombre e Nebbia” del regista statunitense.

La storia parla di Kleiman che, di punto in bianco, in piena notte, viene buttato giù dal letto da un gruppo di vigilantes che sono in cerca di un temibile assassino.

In una serie di eventi surreali ed incredibili, tutti i sospetti ricadono proprio sullo stesso Kleiman, che temeva solo di non trovarsi di fronte al vero assassino.

Dalla parte “del torto”, ora è anche costretto a subire e difendersi dalla gente della sua città, sempre pronta ad attaccare il povero innocente.

Lo spettacolo è diretto da Pasquale Nessa e prodotto dall’associazione culturale Le Quinte e la Compagnia I Kennediani.

Inizio spettacolo: ore 21. Ingresso: 10 euro. Per info: 0804805080. Il teatro Verdi si trova in piazza XX settembre 5.

Luis Bacalov alla prima mondiale di “Concerto per piano e orchestra”a Taranto

E’ conosciuto soprattutto per aver realizzato le musiche dell’ultimo splendido film di Massimo Troisi, intitolato “Il postino”.

bac.jpgQuesta sera, al teatro Orfeo di Taranto, si esibirà il premio Oscar Luis Bacalov con “Concerto per piano e orchestra”, con l’Orchestra Magna Grecia diretta da Piero Romano.

Protagonista è il tango che, come afferma lo stesso artista, “non è soltanto una musica d’ascolto, ma un’esperienza di vita, una musica che ha pieno diritto di cittadinanza nelle sale da concerto di tutto il mondo, nonostante le sue origini assolutamente popolari”.

Il curriculum di Bacalov è notevole e presenta collaborazioni con Rita Pavone, Gianni Morandi e altri, oltre alle numerose composizioni per il cinema e contributi per Pasolini, Fellini, Monicelli, ecc.

L’evento di stasera è in premiere mondiale!

Inizio serata: ore 21. Ingresso: 30, 25 e 20 euro. Per info: 0997304422 – 7328884. Il teatro Orfeo si trova in via Pitagora 78.

Il musical “La favola di Cenerentola” domani al Palafiom

Riscoprendo la magia di Cenerentola.

4.jpgDomani, presso il centro sportivo polivalente Palafiom, andrà in scena “la Favola di Cenerentola”, musical diretto da Giovanna Lupo.

La scelta è ricaduta su una delle favole più amate e affascinanti di tutti i tempi. Grande attenzione è stata posta sui numerosi aspetti artistici curati, come la scelta delle luci e dei colori, delle scenografie, dei costumi e degli effetti visivi.

Tutto questo coinvolgerà lo spettatore come se stesse sfogliando un libro e lo proietterà in un mondo di emozioni, in cui si mischiano divertimento, paura, dubbi e certezza, realtà e sogno, accompagnate da canzoni e balli.

Lo spettacolo andrà in scena sia il pomeriggio che la sera, per favorire la visione a tutte le tipologie di spettatori.

Inizio spettacolo: ore 16 e ore 19. Ingresso gratuito. Per info: 0994581214. Il Palafiom si trova in via Mar Grande a Taranto.

“Cantieri comici” domani sera al Cinema Teatro Nuovo di Martina Franca

Una serata… tutta da ridere!

cant2.jpgDomani, al Cinema Teatro Nuovo di Martina Franca, andrà in scena “Cantieri Comici”, serata di cabaret con Pietro Sparacino, Teresa Lallo e Tino Fimiani, tre comici che porteranno in scena rispettivamente sugli umori dell’italiano medio, un singolare di vista  sul mondo femminile e una parentesi “magica”. Tutto ovviamente in una irresistibile veste comica.

La serata è stata inserita all’interno della rassegna “Risollevante”, coprodotta con “Comedy Central”, canale della piattaforma Sky dedicato ai comici.

Parteciperà alla serata i “Nottetempo”, specializzati nella reinterpretazione dei classici della canzone napoletana. Il prossimo appuntamento della rassegna è previsto per il 12 aprile.

Inizio serata: ore 21.30. Ingresso: 15 euro (10 euro ridotto). Per info: 360371666. Il Cinema Teatro Nuovo si trova in via Fanelli Giuseppe 25 a Martina Franca.

Ilva: una questione di stato?

Il problema dell’inquinamento ambientale a Taranto è un dato di fatto non solo molto preoccupante, ma neanche recente.

ilva.jpgA quanto pare, però, l’annosa situazione Ilva finalmente è stata posta all’attenzione del nostro attuale governo, e in particolare al ministro della salute Renato Balduzzi su richiesta di Nichi Vendola, governatore della regione Puglia.

Sulla base delle recenti (e disastrose) perizie, infatti, Vendola ha richiesta un maggiore impegno sul piano della prevenzione e della ricerca, nonché maggiori fonti economiche per affrontare l’emergenza. Il governatore pugliese ha messo in evidenza i grandi danni ambientali provocati dagli ultimi 60 anni dalla vecchia Italsider e dall’attuale Ilva e del bisogno estremo di una bonifica. Staremo a vedere.

Nel frattempo, è interessante notare che su Facebook c’è anche chi, invece, si è schierato dalla parte dell’impianto siderurgico. In un gruppo creato sul social network recentemente, dal nome “Taranto e ILVA Insieme”, ci sono più di mille iscritti che, quotidianamente, difendono l’operato dello stabilimento siderurgico, sostenendo che, proprio grazie a questo, hanno avuto la possibilità di metter su famiglia, di lavorare nella propria città natale e in assoluta professionalità e sicurezza. L’altra faccia della medaglia?

Vi informeremo, ovviamente, dei nuovi risvolti della spinosa faccenda.

Claudio Santamaria in teatro con “Occidente Solitario” a Grottaglie

Solitudine e malinconia a teatro.

sant1.jpgSabato 10, al teatro Monticello di Grottaglie, andrà in scena “Occidente Solitario”, di Martin McDonagh (traduzione di Luca Scarlini), con Claudio Santamaria e Filippo Nigro.

Siamo in Irlanda, in un piccolo villaggio. In una società di disadattati, due fratelli sono in eterno conflitto, successivamente alla morte del loro padre.

Uno marchia con la propria iniziale ciò che lo circonda per attribuirsene la proprietà; l’altro è il classico “scroccone”, disposto anche ad autoinvitarsi ai funerali per servirsi del buffet.

In scena ci sono anche altri personaggi, come il prete che cerca di risolvere le liti dei fratelli, senza troppo successo, e una ragazza che di professione fa il corriere di whisky a domicilio, mettendo in scena al tempo stesso ingenuità e malizia.

Inizio spettacolo: ore 21. Ingresso: 25, 22 e 20 euro. Per info: 0995610002. Il teatro Monticello si trova in via Karl Marx 1 a Grottaglie.