Notifica di sequestro per l’Ilva: è la fine?

Era una notizia che circolava da giorni, sempre più preoccupantemente.

ii.jpgQualcuno ha pensato ad uno scherzo (come la bufala del ripescaggio del Taranto Calcio in serie B, smentita il giorno stesso). Qualcun altro invece ha pensato che fosse l’inizio della fine.

E così è stato. Lo scorso giovedì è arrivata la notifica di sequestro (senza facoltà d’uso) per l’area caldo dello stabilimento siderurgico, uno dei punti chiavi del complesso, conseguentemente all’ordine disposto dal gip del tribunale di Taranto, Patrizia Todisco.

Ma c’è di più: otto dirigenti sono finiti agli arresti domiciliari, tra cui il patron Emilio Riva e il figlio Nicola, che qualche settimana prima aveva lasciato il suo incarico.

L’accusa è pesantissima: disastro ambientale colposo e doloso, avvelenamento di sostanze alimentari, omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro, danneggiamento aggravato di beni pubblici, getto e sversamento di sostanze pericolose e inquinamento atmosferico.

La preoccupazione di migliaia di dipendenti si è fatta subito sentire, con una protesta (seppur pacifica) che li ha portati a bloccare diverse strade statali come la 7, la 106 e la 172, per poi dirigersi in massa verso il tribunale e la prefettura.

Il procuratore Vignola, in risposta all’accaduto, ha fatto presente che l’Ilva rispettava le prescrizioni imposte solo di giorno, mentre di notte le ignorava pericolosamente e del tutto, come testimoniato da diverse foto e filmati. Per il momento, l’impianto non chiuderà del tutto, in quanto è stata lasciata la possibilità all’azienda di apporre miglioramenti, ma la situazione ora è davvero ad un bivio.

In città serpeggia la paura della fine di una realtà importante e della perdita del posto di lavoro per migliaia di lavoratori, ancora alle prese con mutui, finanziamenti e famiglie da mantenere.

Al via la quarta edizione del Max Fest questo sabato a Massafra

Film, libri e arte a Massafra.

Senza titolo-2.jpgSabato 28 e domenica 29 prenderà il via il Max Fest, festival delle arti audio visive, presso l’ex convento Sant’Agostino di Massafra.

Il festival, organizzato dall’associazione Max Cavallo, è giunto alla quarta edizione e, quest’anno, celebrerà i 50 anni dall’uscita nei cinema de “Il sorpasso”, storico lavoro di Dino Risi, che verrà proiettato durante la prima giornata.

A precederlo ci sarà la presentazione del libro “L’albero delle eresie. Dagli anni inauditi e travolgenti agli anni che ci attendono.” di Italo Moscati (scrittore, regista e sceneggiatore), in cui si narrano più di trent’anni della nostra storia e delle generazioni che si sono susseguite. Lo stesso autore presenzierà come presidente di Giuria del Premio Max Cavallo 2012. Inoltre, si porrà l’accento sul tema della trasformazione del territorio, con due mostre fotografiche, rispettivamente della Fondazione di Vagno – Fondo Rocco Errico e una collettiva della barese Scuola fotografica di niki Oliva.

Domenica 29, invece, spazio alla musica con il jazz/rock del Caterina Palazzi Quartet di Roma.

Inizio serata: ore 20. Ingresso gratuito. L’ex convento Sant’Agostino si trova in Largo Sant’Agostino, a Massafra.

La comicità “romagnola” di Paolo Cevoli questa sera alla Villa Peripato

Rossini, l’orchestra lirica e… Paolo Cevoli?

cevoli.jpgSì, avete capito bene. Stasera, alla Villa Peripato di Taranto, andrà in scena lo spettacolo “Ma se mi toccano…”, con la partecipazione straordinaria di Paolo Cevoli, il noto assessore romagnolo di Zelig.

Cevoli presenterà arie e duetti, eseguiti dall’Orchestra della Magna Grecia, diretta da Piero Romano, dalle opere di Gioacchino Rossini.

L’imprenditore con l’hobby del cabaret nasce nel 1958 a Riccione. Fin da piccolo gestisce la pensione di famiglia sita a Rimini. L’entrata nel mondo del cabaret avviene nel 1990 con la partecipazione ad alcuni concorsi per comici e con la partecipazione a 15 puntate del Maurizio Costanzo Show come ospite.

Nel frattempo, continua la sua attività di imprenditore di un locale da lui aperto, che diventa in poco tempo un luogo di ritrovo della gente dello spettacolo, come Gino e Michele, autori televisivi di Zelig e di molte altre produzioni, che si accorgono del talento di quel divertente imprenditore, in particolare nel raccontare barzellette. Da quel momento inizia a partecipare alla trasmissione citata poc’anzi e a riscuotere un grandissimo successo.

Inizio serata: ore 21. Ingresso gratuito. La Villa Peripato si trova in via Pitagora a Taranto.

Il presidente Monti ha deciso: Taranto “non sarà più provincia”

Il presidente del Consiglio, Mario Monti, ha deciso: per risanare il bilancio statale, le provincie con meno di 350 mila abitanti e 2500 chilometri quadrati di superficie vanno eliminate, accorpandosi con altre.

puglia.gifTaranto, insieme a Brindisi, è fuori per un soffio: non per il numero di abitanti (ampiamente superato con i suoi 500 mila), ma per i 64 km di superficie in meno del previsto. Salve, invece, Bari, Lecce e Foggia.

Ora sarà compito dei due Comuni decidere se “fondersi” con Bari, “promossa” città metropolitana, o Foggia.

Cosa cambierà? Che le decisioni su ambiente, trasporto e viabilità saranno intraprese dalle nuove province, mentre tutte le altre saranno concesse ai Comuni.

Durissime le reazioni del presidente della Provincia, Gianni Florido che afferma che,  con questo provvedimento, la provincia di Taranto perderà circa sei milioni di euro.
Come sempre, vi aggiorneremo sui nuovi sviluppi.

Accusa di assenteismo per 44 dipendenti ed un dirigente comunale

Diversi mesi fa, la trasmissione televisiva di Italia 1 “Le Iene” ha smascherato la truffa di diversi dipendenti degli uffici romani che si assentavano dal loro posto di lavoro, con le tessere magnetiche timbrate o da terzi o da gli stessi all’inizio e alla fine della giornata lavorativa per poi “scomparire” durante il corso della stessa.

badge_0.jpgE’ successa più o meno la stessa cosa a Taranto.

E’ di mercoledì, infatti, la notizia che i Militari della Guardia di Finanza di Taranto hanno scoperto (mediante diversi mezzi tecnici sofisticati) e accusato 44 dipendenti comunali e un dirigente di “truffa aggravata e continuata ai danni di un ente pubblico” e “false attestazioni”.

Accadeva questo, sostanzialmente: i dipendenti arrivavano fisicamente a lavoro dopo l’orario previsto, ma il loro badge risultava essere stato già timbrato “correttamente”. Discorso al contrario per l’uscita: pur essendo andati via prima, l’orario di uscita dei 45 indagati registrato sulla carta è successivo.

Cosa succederà ora? Stiamo a vedere.

Un nuovo ospedale a Taranto tra cinque anni!

Ci vorrà qualche anno per godere appieno di questa notizia, ma di sicuro non può che far piacere.

1.jpgInfatti, è ormai certo che Taranto beneficerà di un nuovo ospedale, che sarà situato in zona Sircom, cioè nelle vicinanze del Parco Cimino e dell’ipermercato Auchan.

Ne ha dato notizia Ettore Attolini, assessore regionale alla salute, affermando inoltre che la struttura, che occuperà circa 220.000 metri quadrati,  consterà di 700 posti letto per una spesa complessiva di circa 210 milioni di euro. L’ospedale richiederà un periodo di costruzione di circa cinque anni.

E’ il primo ospedale, in ordine di priorità, dei cinque che la Regione Puglia ha in progetto di realizzare: gli altri sorgeranno nella zona Bat, nel Nord Barese, lungo la direttrice Bari- Brindisi e nel Sud Salento.

Il finanziamento complessivo è di 522 milioni di euro, per quella che il presidente della regione, Nichi Vendola, ha già definito “una rete ospedaliera evoluta, moderna e di grande qualità”.

La musica cubana dei Compay Segundo domani sera a Martina Franca

Anteprima de La Ghironda direttamente… da Cuba!

1.jpgDomani, sul palco di Villa Carmine a Martina Franca, si esibiranno i Compay Segundo, in un sentito omaggio alla musica.

Il gruppo è composto dai figli ed ex musicisti di Compay Segundo, appunto, uno dei più noti musicisti cubani al mondo, che ha esportato nel mondo il sound caloroso della sua terra. In un tripudio di amore e allegria, durante la serata verranno proposti grandi classici come Macusa, Bilongo, Veinte Años, Las Flores de la Vida, Chan Chan, ecc.

Il loro omaggio al grande maestro ha girato il mondo, dall’America fino al Medio Oriente, registrando ovunque un grande successo.

Un’anteprima speciale, quindi, per la rassegna La Ghironda, che promette una stagione “scoppiettante”!

Inizio concerto: ore 23. Ingresso gratuito. Per info: 080430115. Villa Carmine si trova in via Carmine, a Martina Franca.

Le foto di Gianluca Lombardi in mostra presso la Galleria L’Impronta

Astrofisici tarantini in giro… per il Cile!

lom.jpgSaranno in mostra da venerdì 13 a domenica 15 le fotografie di Gianluca Lombardi, per un evento denominato “Dai deserti ai ghiacciai. In cammino agli estremi del mondo”, presentata dall’Associazione di Promozione Sociale Eris di Taranto, in collaborazione con l’Associazione Culturale “L’Impronta”.

Gianluca Lombardi, grottagliese del ’79, dopo essersi laureato in Astronomia e Astrofisica nel 2004 a Padova e specializzato cinque anni dopo a Bologna, lavora a Santiago del Cile per l’European Southern Observatory.

La passione per la fotografia, invece, è nata da bambino, a 8 anni e si è sviluppata fino a diventare qualcosa per la quale Lombardi si dedica giorno per giorno. Nei suoi viaggi, di lavoro o di piacere, ha immortalato luoghi e territori come il Cile e l’Argentina, fino all’America settentrionale, con immagini dall’alto contenuto “emozionale”.

Inizio vernissage: ore 18.30. Ingresso gratuito. La Galleria L’Impronta si trova in via D’Aquino 11 a Taranto.

La mostra proseguirà dal 16 luglio al 04 agosto presso il Siddharta&Art (Via Massari, 3 – Taranto)

Massimo Zamboni (ex CCCP e CSI) e Angela Baraldi dal vivo a Manduria

Icone del rock italiano dal vivo.

ab.JPGQuesta sera, presso il centro storico di Manduria, si esibiranno Massimo Zamboni (storico chitarrista dei CCCP e dei C.S.I.) e Angela Baraldi in “Punk e disciplina”.

Il concerto è un “viaggio elettrico” tra le note dei brani dei due storici gruppi di Zamboni, reinterpretati vocalmente  da Angela Baraldi con il suo temperamento punk, oltre ad un assaggio di questo nuovo progetto comune.

In aprile è stato pubblicato il loro singolo “Sbrai” (in emiliano, “urlare”). Aprono la serata i taranti Malanga & Babyblue, con il loro sound fresco e travolgente.

La serata è organizzata da Angelè Pub e le associazioni Controindycazioni e Pelagonia. Durante la serata, saranno presenti vari stand gastronomici e non solo.
Inizio serata: ore 21. Ingresso:  5 euro. Il concerto si terrà nella piazzetta sotto il campanile della Chiesa Madre.

Rubati cigni all’interno della Villa Peripato: la città si indigna!

La Villa Peripato è, da sempre, uno dei luoghi più amati dai bambini di Taranto, per vari motivi.

aa.jpgUno di questi è l’essere uno dei pochi spazi verdi pubblici della città, dove giocare o anche solo rilassarsi, ma, a rendere questo posto così particolare, è la presenza di graziosissimi animali, come papere e cigni, che divertono i più piccoli con la loro dolcezza.

La notizia di oggi è che alcuni di questi cigni, presenti all’interno della villa, sono stati rubati da ignoti, per giunta in pieno giorno e nonostante il presidio della vigilanza e delle forze dell’ordine.

La notizia ha scosso profondamente il sindaco Stefàno, che ha subito richiesto di rintracciare i delinquenti mediante l’uso delle telecamera di videosorveglianza e ha condannato gli stessi di un crimine contro la città e, in particolar modo, i bambini. Inoltre ha ammonito i cittadini di avere più cura della propria città e di rispettare l’ambiente.