Caos Ilva: botta, risposta e querele tra Clini e Bonelli

Settimana di fuoco per lo stabilimento siderurgico, ormai nell’occhio del ciclone da quest’estate.

Senza titolo-1.jpgA scaldare gli animi sono stati i ripetuti botta e risposta tra il ministro dell’ambiente, Corrado Clini, e il presidente della federazione dei Verdi (e candidato sindaco di Taranto alle ultime elezioni), Angelo Bonelli.

Il ministro, inizialmente, ha dichiarato che il problema tumori, a Taranto, è secondario, se confrontato con la situazione di Lecce, giudicata molto più preoccupante dallo stesso Clini. Rincarando la dose, il ministro ha affermato che l’allarme mortalità a Taranto non ha riscontro nei dati ufficiali. Di tutta risposta, Bonelli ha smentito Clini, esponendo i dati emessi dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS), che invece mettono in luce una situazione tutt’altro che serena.

La risposta del ministro non si è fatta attendere: infatti, ha affermato pubblicamente di voler denunciare Bonelli per “evidente manipolazione dei dati sulla salute”. Il presidente dei Verdi, per niente intimorito, ha scelto, a sua volta, di querelare il ministro per diffamazione. Ha inoltre dichiarato che il risarcimento sarà devoluto alle vittime dell’inquinamento a Taranto.

Caos Ilva: botta, risposta e querele tra Clini e Bonelliultima modifica: 2012-09-24T08:30:00+00:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Caos Ilva: botta, risposta e querele tra Clini e Bonelli

Lascia un commento