Operaio Ilva di 29 anni muore sul lavoro: scioperi e polemiche.

Non c’è pace in “casa Ilva”, anche quando non si parla d’inquinamento.

aa.jpgInfatti, ieri mattina, Claudio Marsella, operaio Ilva addetto del reparto Movimento ferroviario (Mof), ha perso la vita a soli 29 anni, rimanendo schiacciato durante le fasi di aggancio della motrice ai vagoni.
Tempestivi, ma inutili, i soccorsi del 118 che, immediatamente dopo il ricovero, non hanno potuto far altro che constatare il decesso.

E’ solo l’ennesimo infortunio mortale che coinvolge un lavoratore e, in segno di cordoglio e vicinanza ai familiari, le segreterie Fim-Cisl, Fiom-Cgil e Uilm-Uil hanno proclamato uno sciopero dalle 11 di ieri mattina alle 7 di oggi.

Le dinamiche dell’incidente sono ancora da chiarire, ma sono durissime le parole del segretario nazionale di Rifondazione Comunista Paolo Ferrero che parla di “un’ennesima giovanissima vittima di un sistema produttiva che considera il lavoro un costo e gli operai carne da macello”.

Il locomotore che ha causato il fatto attualmente è sotto sequestro e a giorni si potrà ricostruire più fedelmente la dinamica dell’accaduto.

Parata di Halloween per le vie di Crispiano questo mercoledì

Sfilata horror a Crispiano.

zucca-halloween.jpgDalle ore 10, infatti, per le vie di Crispiano, sfileranno grandi e bambini, per un evento che prende spunto da iniziative molto in voga all’estero, come negli Stati Uniti e in Inghilterra.

Per chi vorrà servirsene, sarà presente all’evento la Scuola Ceas di Taranto che renderà davvero spaventosi e terrificanti i vostri look, con vesti stracciate e trucchi ben elaborati, al prezzo di soli cinque euro. Anche quest’anno tanti saranno i personaggi ripresi dal cinema, come la bimba Samara (da “The Ring”), Freddy Kruger (di “Nightmare”) e molto altri.

Per i più piccoli, il luogo di ritrovo sarà la piazza antistante al Municipio e la Chiesa della Madonna della Neve che festeggeranno Halloween dalle ore 11. Nel pomeriggio invece ci sarà la premiazione degli zombie più spaventosi.

Inizio evento: ore 10. Ingresso gratuito. Per info: 099616453.

Renato Balduzzi: “la mortalità a Taranto è aumentata a causa dell’Ilva”.

Quando si parla dell’Ilva esistono le opinioni, i punti di vista su chi difende il diritto alla salute anziché quello al lavoro (o viceversa), e poi esistono i fatti, i dati oggettivi, la realtà nuda e cruda.

ren.jpgIl post di oggi espone un dato significativo e, appunto, oggettivo sulla percentuale di mortalità causata dall’inquinamento ambientale.

E’ il ministro della salute Renato Balduzzi (in foto) ad affermare, in presenza del presidente di Peacelink Alessandro Marescotti, che il tasso di percentualità, è aumentata dal 10 al 11% dal 2008 e, per alcuni tumori, il tasso d’incidenza è addirittura superiore al 100%, secondo i dati del Progetto Sentieri dell’ISS.

Insomma, i dati parlano chiaro, come la sintesi del rapporto: “emerge con chiarezza uno stato di compromissione della salute della popolazione residente a Taranto“.

Il ministro si è detto sorpreso per i dati e per le percentuali in costante e preoccupante aumento e, a scanso di equivoci, Balduzzi ha puntato il dito verso lo stabilimento siderurgico presieduto da Bruno Ferrante, “il potenziale responsabile degli effetti sanitari correlati al benzopirene”.

Il fisarmonicista Richard Galliano in concerto al teatro Orfeo di Taranto

Fisarmonica… mon amour!

aaaaa.jpgVenerdì 26, al teatro Orfeo di Taranto, si esibirà il fisarmonicista Richard Galliano, accompagnato dall’Orchestra della Magna Grecia, diretta da Giovanni Rinaldi.

Il concerto ripercorre le magiche sonorità di Bach fino alla ritmicità delle musiche di Astor Piazzolla, eseguite da un artista che ha fatto della sua eterogeneità musicale un punto di forza.

Nato nel 1950 in Francia, inizia a suonare la fisarmonica a 4 anni e, 10 anni dopo, scopre il jazz e si innamora, in particolar modo del trombettista Clifford Brown. Nella sua discografia compaiono ben 30 dischi da solista più alcune collaborazioni con Chet Baker.

Inizio serata: ore 20. Per info: 0994533590. Il teatro Orfeo si trova in via Pitagora 78 a Taranto.

Sagome di cartone per protestare contro l’Ilva

Sono 174, in cartone, per produrre un urlo assordante.

aa.jpgE’ questo il numero delle sagome di cartone che nella giornata di oggi sono state esposte, in occasione dell’arrivo del ministro della salute, Renato Balduzzi, atteso in Prefettura per l’incontro con le associazioni ambientaliste sui dati aggiornati riguardanti l’impatto dell’inquinamento sulla salute pubblica.

Il numero delle sagome non è casuale: secondo “Verità per Taranto”, costituiscono l’eccesso di mortalità per tumore a Taranto rispetto alla media ragionale.

La protesta è la stessa proposta lo scorso 12 ottobre, che ha lo scopo di restituire dignità, giustizia e rispetto per le più di 380 vittime dell’inquinamento del decennio 1998-2008.

La manifestazione si chiuderà con la liberazione in cielo di sette lanterne cinesi, simbolo dei desideri dei cittadini tarantini.

I Leitmotiv presentano il nuovo disco al teatro TaTÀ di Taranto

Il rock passa… dal teatro!

65237.jpgInfatti, domenica 21 ottobre, presso il teatro TaTÀ di Taranto, sarà presentato dal vivo il nuovo disco dei Leitmotiv intitolato “A tremulaterra”.

Il loro è un rock nel senso più ampio, quindi indipendente nel senso letterale. Teatrale, schizofrenico, sinfonico, minimalista, d’impatto e lirico. I loro primi due LP si intitolano “L’Audace Bianco Sporca il Resto” e “Psychobabele” sono nati con la produzione artistica di Amerigo Verardi (Baustelle/Virginiana Miller, nonché musicista fondatore degli storici Allison Run, dei Lula, e dei Lotus) e con il supporto del noto ingegnere del suono Maurice Andiloro (ha lavorato su album degli Afterhours, Capossela, Bersani, Jovanotti, Celentano, Pagani, e tra gli ultimi quello dei Perturbazione), che ne ha curato le riprese e il missaggio.

“A tremulaterra” è il terzo lavoro della band (e il primo senza il chitarrista-tastierista fondatore Giovanni Sileno), con un sound rinnovato che mischia sonorità mediterranee ad un’elettronica più marcatamente occidentale.

Inizio concerto: ore 21. Ingresso: 3 euro. Per info: 0994725780. Il teatro Tatà si trova in via Grazia Deledda, a Taranto.

Unificazione Taranto-Brindisi: la documentazione passa al governo nazionale

Al via il nuovo “assetto” delle provincie pugliesi.

1194424668.jpgInfatti la provincia di Taranto e i suoi comuni hanno approvato l’unificazione con Brindisi, rifiutando l’ipotesi di un “Grande Salento” che avrebbe visto come capoluogo Lecce.

La decisione è stata documentata con l’approvazione dei vari consigli comunali, che dovranno inoltre far presente la loro contrarietà al progetto di unificazione di Lecce, Brindisi e Taranto. La documentazione dovrà pervenire al governo nazionale dalla regione Puglia entro il 24 di questo mese.

La decisione è stata presa nella giornata di lunedì, presso il palazzo della provincia di Taranto, dove hanno presenziato il presidente Gianni Florido, dell’assessore regionale al Bilancio Michele Pelillo, dei consiglieri regionali Alfredo Cervellera e Donato Pentassuglia.

Presentata dal ministro Clini la nuova “Aia” del 2012 per l’Ilva

Arriva la nuova “Autorizzazione integrata ambientale”.

aa.jpgL’Aia del 2012 è stata presentata lo scorso venerdì dal ministro Clini, che ha elencato tutte le novità della stessa, con la speranza di ricevere l’approvazione della procura di Taranto.

Diverse sono le innovazioni presenti nell’autorizzazione, preparata in appena 40 giorni: tra tutti la riduzione annuale ad 8 tonnellate dell’acciaio (rispetto agli 11,3 attuali). Poi si prevede lo spegnimento e la messa appunto dell’Afo 5, la copertura dei parchi entro due mesi e quella dei nastri trasportatori, il monitoraggio e la valutazione delle emissioni diffuse, il divieto dell’uso di pet coke, ecc.

Ma quanto costerà tutto ciò? Non si sa con certezza, ancora: le cifre oscillano tra i 3 e i  10 miliardi, quindi ben di più dei 400 milioni iniziali offerti per il risanamento dell’industria.
Staremo a vedere.

Rassegna “IndyGestiOne – Art’è” da venerdì 12 ottobre a Manduria

Tempo di Indi(e)gestioni.

557834_3641106037869_410444877_n.jpgDa venerdì 12 a domenica 14 ottobre andrà in scena, presso l’Angelè Pub di Manduria, la rassegna “IndyGestiOne – Art’è”, organizzato da Controindycazioni, nell’ambito dell’iniziativa promossa da “Puglia Sounds”.

Le tre band che hanno aderito all’iniziativa e che suoneranno rispettivamente venerdì, sabato e domenica sono “The Skelters” (tribute band dei Beatles), “Carmilla e il segreto dei ciliegi” e “Karma in Auge.

“Carmilla e il segreto dei ciliegi” è un progetto nato nel barese e vede nella sua line-up Giuliana Schiavone (chitarra acustica, voce e synth), Roberto Ficarella (batteria e tastiere), Marco Bellantese (basso) e Anna Surico (chitarra elettrica e tastiere). Il loro nome non è solo un rimando a Carmilla, noto vampiro della letteratura irlandese, ma è immagine che si ispira al concetto di ciclicità radicato nell’opera.
I Karma in Auge invece nascono nel 2006 a Fragagnano e mischiano un indie rock fortemente influenzata da sonorità new wave e nel settembre 2010 pubblicano il loro ep d’esordio “Memorie disperse”, accolto molto bene dalla critica, mentre il 2012 è stato dedicato alla realizzazione del loro primo album.

Inizio serate: ore 22. Ingresso gratuito. L’Angelè Pub si trova in Vico III° Ferdinando Donno, a Manduria.

Al via il Centro Salute e Ambiente per lo studio delle emissioni in città

Nuovi studi sugli effetti dell’industria.

aa.jpgSarà infatti realizzato, dov’era inizialmente ubicato l’ospedale Testà di Taranto (contrada Rondinella SS106), un centro “salute e ambiente per lo studio delle emissioni in città”.

Come è ovvio che sia, particolare attenzione sarà riservata a quelle emissioni inquinanti prodotte dall’Ilva, ma anche dalle altre industrie presenti nel nostro territorio, in relazione a quelle che sono le conseguenze sulla salute dell’uomo.

La notizia è stata data, tra gli altri, dall’assessore regionale alla Sanità Ettore Attolini e dall’assessore regionale all’Ambiente Lorenzo Nicastro, che hanno specificato inoltre che si effettueranno anche analisi sui liquidi biologici dei cittadini, come il latte materno e ricerche sui sistemi neuro cognitivi dei bambini afflitti da disturbi di diverse entità.