“Duramadre” di Riccardo Spagnulo in scena al teatro TaTÀ

Sterilità e terra.

duramadre-300x200.jpgSabato sera, al teatro TaTÀ di Taranto, andrà in scena “Duramadre” di Riccardo Spagnulo con la regia di Licia Lanera.

La sterilità è il tema principale del progetto, intesa come sterilità della terra, della donna e del sentimento, condizione che riflette l’aridità del tempo contemporaneo e di questa realtà. Ci si avvicina alla dissoluzione, alla immediata fine e si vive in una superficie arida e desertica: ogni tipo di energia risulterà solo un lusso. Solo qualche superstite potrà cercare un’alternativa, una scommessa sull’uomo. Una storia che riflette la situazione critica che c’è in Italia, in Giappone, in Africa, dei crolli della borsa, dei terremoti, dei disastri, delle periferie. In scena Mino Decataldo, Licia Lanera, Marialuisa Longo, Simone Scibilia, Riccardo Spagnulo.

Inizio spettacolo: ore 21. Ingresso 22 euro (ridotto 18 euro). Per info: 099472578. Il TaTÀ si trova in via Grazia Deledda a Taranto.

………………………………………………………………………………………………………………….

Raramente aggiungo note personali alle notizie che vengono pubblicate da me in questo blog.
Mi perdonerete l’eccezione quindi, ma la situazione lo richiede.

Infatti, con il post di oggi, si chiude l’avventura “local blog” per me e per altri quindici colleghi di altrettante città italiane. Le motivazioni risiedono in precise scelte della nuova dirigenza che, ovviamente, ci possiamo solo limitare ad accettare e che personalmente non commenterò in questa sede.
Non so cosa ne sarà di questa pagina, se rimarrà “in stato di abbandono” oppure gestita da terzi. Ciò che è sicuro, invece, è che la mia attività finisce qui.

Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno seguito con affetto questo mio percorso iniziato nel luglio del 2009 e portato avanti sempre con grande passione, costanza ed impegno. In questi anni, ho cercato in tutti i modi di dare spazio a quelle iniziative artistiche meritevoli di attenzione, in particolar modo le piccole realtà , e a tutte le notizie d’attualità riguardanti Taranto, analizzate sempre da un punto di vista oggettivo, in modo tale da stimolare la riflessione e non influenzare mai con delle opinioni puramente personali. Spero di essere riuscito nel mio intento.

Infine saluto calorosamente tutti i miei colleghi (sperando di ritornare a collaborare quanto prima) e, last but not least, Tiziana e Massimo di Bitness, attenti moderatori del nostro lavoro e persone squisite.

A presto
Pierpaolo

 

“Duramadre” di Riccardo Spagnulo in scena al teatro TaTÀultima modifica: 2013-02-27T08:30:00+00:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento