Michelle Hunziker lunedì al teatro Orfeo con “Mi scappa da ridere”

Una regina della tv a teatro.

aaaaaaa.jpgLunedì, presso il teatro Orfeo di Taranto, andrà in scena “Mi scappa da ridere” con Michelle Hunziker, con la regia di Giampiero Solari e di Riccardo Cassini, Francesco Freyrie, Piero Guerrera e Giampiero Solari.

Protagonista dello spettacolo, come suggerisce il titolo, è la risata, intesa come modo di comunicare: una caratteristica che ha contraddistinto la conduttrice fin dagli esordi.

Se esistesse una fabia di Michelle Hunziker, comincerebbe con una risata, per introdurre tanti aneddotti sorprendenti senza mai prendersi mai sul serio. A teatro Michelle porta proprio una favola, che parte dalla sua vita privata e dall’infanzia, dalle sue passioni, i suoi amori e “le streghe cattive”.

Inizio spettacolo: ore 21. Per info: 099.4533590. Il teatro Orfeo si trova in via Pitagora 78.

50 anni di 007 e Champagne Bollinger domani sera a Taranto

James Bond festeggia il compleanno… a Taranto.

aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa.jpgDomani sera, presso la Norcinoteca Antichi Sapori d’Italia, si “festegeranno” i 50 anni di 007 dall’uscita del primo film proiettato il 5 ottobre del 1962.

Durante l’incontro, inoltre, ci si soffermerà sul rapporto tra l’agente segreto e gli Champagne Bollinger, noti produttori di vino, bevanda sempre presente nei film in questione. Questi ultimi hanno scelto Taranto come seconda e ultima tappa (dopo Milano) di questo compleanno.

Durante la serata interverranno Antonello Maietta e Vito Sante Cecere, presidente nazionale e regionale dell’AIS (associazione italiana sommelier) e Guido Gentile, giornalista e critico cinematografico, che racconterà aneddoti e curiosità legate a 007, con un occhio di riguardo per la passione per il vino dell’agente segreto.

Inizio evento: ore 21. Ingresso gratuito. Per info:0994521316. La norcinoteca Antichi Sapori d’Italia si trova in via Nitti 116/c, a Taranto.

“Taranto in pellicola” proiettato in anteprima venerdì a Taranto

Taranto rivive… nel cinema.

aaaa.jpgVenerdì 4 gennaio, presso la Torre dell’Orologio in Piazza Fontana, sarà proiettato in anteprima “Taranto in pellicola”, realizzato dall’Associazione Culturale Cinerapsodi.

Il lavoro si presenta come un documentario per raccontare la città jonica e la provincia, spesso fonte d’ispirazione per registi come Rossellini, Pasolini, Wertmuller, ecc.

Mare e industria, antico e moderno, luci ed ombre è tutto quello che mostra un lavoro che offre più di uno spunto di riflessione sulla città.

“Taranto in pellicola” dura 29 minuti e godrà degli interventi di Massimo Causo (critico cinematografico), Edoardo Winspeare (regista), Michele Riondino, Anna Ferruzzo e Giulio Beranek (attori) e Josh Woodward (musicista).

Inizio proiezione: ore 19. Ingresso gratuito. Per info: 3889538912 – lesciaje@gmail.com – www.lesciaje.it .

Taranto nel set del film “Third person” di Oscar Paul Haggis

Inizialmente erano solo indiscrezioni non ufficializzate, forse per mantenere il segreto.

bbbb.jpgMa ora è una certezza.

Il regista Oscar Paul Haggis (già al lavoro in Million Dollar Baby) sta girando una parte delle riprese del suo nuovo film, intitolato “Third person”, proprio qui a Taranto, tra la città vecchia e il porto. Il film narra l’amore di tre coppie che vivono in città diverse, ovvero New York, Parigi e Roma.

Il regista Haggis ha trovato inoltre il tempo per esternare alla stampa il suo amore per la città pugliese e la sua gente, mostrando viva preoccupazione per la situazione ambientale in cui è costretta a vivere.

Non si sa molto altro di questo nuovo lavoro, escluso il cast stellare che ne ha preso parte. Tra i tanti, ci sono Adrien Brody (in foto), noto ai più per la sua interpretazione ne “Il pianista”, Moran Atias (“Le rose del deserto”) e Kim Basinger (“Nove settimane e mezzo”), mentre degli italiani sono stati selezionati Riccardo Scamarcio e Vinicio Marchioni.

Cerimonia di premiazione per il Max Fest 2012 di Massafra

Tempo di premi per il Max Fest.

aa.jpgInfatti, domani, presso il Palazzo della Cultura di Massafra, si terrà la cerimonia di premiazione dei due vincitori dell’edizione 2012 del Premio Max Cavallo, dedicato ai cortometraggi.

Durante la serata, saranno proiettati i due cortometraggi premiati, ovvero “I tweet” di Mario Parruccini e “Il processo del lunedì” di Beppe Blasi, vincitori rispettivamente del premio “Max Fiction 2012” (migliore opera) e “Max Cut 2012” (miglior montaggio).

La serata, poi, prevede un omaggio a Dino Risi, per il 50°anniversario dall’uscita del film “Il sorpasso”, con un reading di testi, a cura del Teatro Le Forche. La serata sarà presentata dal critico cinematografico Massimo Causo.

Inizio serata: ore 20. Ingresso gratuito. Per info: 3396201862. Il Palazzo della Cultura si trova in via Caduti della Nave Roma a Massafra.

“La stagione dei finocchi” in anteprima domani sera a Martina Franca

La vita nell’era dei reality.

stag.jpgDomani, presso l’Engine Club di Martina Franca, sarà proiettato in anteprima il cortometraggio “La stagione dei finocchi”, diretto da Alessandro Zizzo.

Protagonista del corto è Omar Zullo (interpretato da Giorgio Consoli, già voce della band Leitmotiv), studente modello, laureato con il massimo dei voti, ma, come molti ragazzi italiani, ancora in veste “precaria”.

La madre (Anna Ferruzzo) crede che il miglior modo per dare una svolta alla sua vita sia partecipare ad un noto reality televisivo dal nome “La casa”. Aspettando il suo turno, Omar conosce gente che, pur di avere il tanto atteso successo, farebbe qualsiasi cosa, come Mario Panico, ormai al decimo anno di provino.

Il lavoro, quindi, è una critica decisa al mondo dei reality, che, come suggerisce il titolo, “infinocchia” troppa gente, pur offrendo un prodotto decisamente scadente. Dopo la proiezioni, sarà possibile assistere al dibattito tra la giornalista Luciana Convertini, il direttore artistico della 8d artEvents Daniela Chionna e il regista teatrale Maurizio Dipierro.

Inizio serata: ore 20.30. Ingresso riservato ai soci. Per info: 3389289555. L’Engine Club si trova in via Saliscendi 951, a Martina Franca.

Quattro chiacchiere con il fenomeno web del momento: i Nirkiop!

Si chiamano Nirkiop.

nirkiop.jpgSono un gruppo di cinque ragazzi  e due ragazze che realizzano da quasi due anni filmati comici per il web e sono una delle sorprese più piacevoli che la rete ha offerto negli ultimi tempi.

I loro primi video erano dei semplici sketch; ora, invece, sono alle prese con la loro prima sit-com intolata “Facce da scuola”. Trovate altre info su di loro su www.nirkiop.it .
Li ho contattati per fare quattro chiacchiere sulla loro vita, il loro successo e il loro futuro.
Ah dimenticavo: sono di Taranto e, ovviamente, ne sono fiero.

I Nirkiop sono un fenomeno web che si sta diffondendo molto velocemente e con risultati notevoli, ma, per chi non vi conosce, come vi descrivereste?
Siamo ragazzi con una passione comune che cercano di realizzarsi!
I vostri video sono stati visualizzati più di 15 milioni di volte e il vostro canale youtube conta oltre 82 mila iscritti. Tutto ciò vi ha portato ad un po’ di “ansia da prestazione” o continuate a fare video con la “naturalezza” dei primi giorni?
Non stiamo molto attenti alle statistiche, perchè non ci interessano: se facciamo quello che facciamo è perchè ci divertiamo! Quando non ci divertiremo più probabilmente smetteremo!
A breve volgerà al termine la vostra prima “web-series” intitolata “Facc(i)e da scuola”. Quali sono le vostre impressioni su quello che potremmo definire, finora, il vostro progetto più ambizioso?
Facce da scuola è una nostra piccola creatura, per la prima volta ci siamo impegnati così tanto! Scrivere la sceneggiatura, girare per settimane e montare tutto ci ha fatto diventare più uniti! Speriamo che piaccia alla gente come piace a noi!
Cosa dobbiamo aspettarci per il futuro? Una nuova serie, il ritorno ai singoli sketch… o entrambe le cose?
Per ora pensiamo a finire Facce da Scuola e piano piano ritornare agli sketch, poi… mai dire mai!!
Da un punto di vista artistico, la nostra città gode di buona salute? C’è qualcuno, sempre in questo ambito, che ti sentiresti di consigliare ai nostri lettori?
Abbiamo scoperto che Taranto dal punto di vista artistico è una piccola miniera d’oro, semplicemente perchè ci sono ragazzi che hanno voglia di dare il meglio! Ci ha fatto piacere collaborare con artisti come i VVs che hanno curato la nostra “theme song” e i Tuesday’s Bad Weather che ci hanno prestato un pezzo semplicemente favoloso. Per il resto consigliamo a tutti il nostro regista, Marco Angelo Bosco.
Siamo giunti ai saluti. Questo spazio è vostro: dite pure ciò che volete.
Vorremmo dire semplicemente a tutti i ragazzi di Taranto che niente è impossibile, siamo giovani e possiamo fare quello che vogliamo, basta inseguire i propri sogni! Grazie per l’intervista, ci ha fatto molto piacere!

La quotidianeità di Scampia nel film documentario “(R)esistenza”

Storie di resistenza civile.

scampia.jpgDomani, presso il teatro Comunale di Massafra, sarà proiettato il film documentario “(R)esistenza”, di Francesco Cavaliere.

Nel film vengono raccontate otto storie di vita a Scampia, il quartiere di Napoli trattato anche nel loto libro di Roberto Saviano “Gomorra”.

Scampia è considerato il più grande mercato di droga in Europa e i protagonisti di (R)esistenza hanno il sogno di farlo diventare un posto migliore, raccontando innanzitutto la loro vita e il loro impegno quotidiano.

La proiezione si terrà alla presenza del regista, della produttrice Wanda Glebbeek e il presidente dell’Associazione (R)esistenza Ciro Corona.

Inizio proiezione: ore 20. Ingresso gratuito. Per info: 0998801932. Il teatro Comunale si trova in piazzetta Municipio a Massafra.

“Last days” in proiezione all’Arci Paisà di Maruggio

Celebrando Kurt Cobain.

last.jpgLo scorso 24 settembre lo storico album dei Nirvana, “Nevermind”, ha compiuto vent’anni dalla sua pubblicazione.

Per celebrare l’evento, il prossimo giovedì 29 settembre, presso l’Arci Paisà di Maruggio, sarà proiettato “Last Days”, film del 2005 di Gus Van Sant, ispirata agli ultimi giorni di vita del leggendario pioniere del grunge.

Il film vede come protagonista Blake, un alter ego di Kurt Cobain, in preda allo squallore dei suoi ultimi giorni di vita, fatta di solitudine.

Vera compagna della sua vita è la musica, la natura che circonda la sua casa e il suo dolore costante.

Protagonista della pellicola è Michael Pitt nella parte di Blake/Kurt (presente anche nella colonna sonora del progetto, con il brano “Death to birth” composta dal suo gruppo, i Pagoda). Appare come personaggio secondario anche Asia Argento, nei panni di Asia/Courtney.

Inizio proiezione: ore 21. Ingresso gratuito. L’Arci Paisà si trova in via Vittorio Emanuele 14, a Maruggio.

Spazio ai cortometraggi: ce ne parla Simona!

Oggi vi racconto una storiella simpatica. Un bel dì di giugno ero alla mia solita postazione computer, dalla quale, come sapete, decido la sorte del mondo (è uno sporco lavoro, ma qualcuno bla bla bla…), quando ad un certo punto mi si è presentato davanti il signor Virgilio.it, proprio lui, in persona, in carne e pixel! Dopo i soliti convenevoli, mi ha fatto la classica proposta indecente: ti andrebbe di lasciare il tuo trono una volta al mese ad un guest-blogger? Ho pianto e anche tanto… ok la smetto!

Scherzi a parte, da oggi, mensilmente, avrò il piacere di ospitare su questo spazio diverse persone che vorranno parlarmi (e parlarci) di iniziative molte interessanti o di questioni di interesse pubblico.
Se anche tu vuoi essere per un giorno un guest-blogger, mandami una mail (la trovi in fondo alla pagina, alla voce “La mia mail – Taranto Blog).  
La guest-blogger di questo mese si chiama Simona De Bartolomeo. A lei la parola!

Lo spazio dedicato al cinema, e in particolare ai cortometraggi, a Taranto non è molto, eppure sono tanti i talenti da valorizzare e numerosi i motivi per cui parlare del nostro territorio in un modo nuovo.

logo.jpgQuesto l’intento del Summer Corto Cafè Festival, concorso di cortometraggi e videoclip che vuole dare spazio ad autori indipendenti e alla promozione del territorio.

L’evento è organizzato dalla Pro Loco di Taranto in collaborazione con il gruppo “Amici del Cinema di Taranto” e ha come location il Centro Velico Alto Jonio.

Il suo direttore artistico è Raffaele Battista, attore e filmmaker. Ho avuto modo di fargli una breve intervista per conoscere meglio questa iniziativa culturale.

Perché un festival di cortometraggi  a Taranto?
Perché è importante avere delle iniziative che riguardano il cinema, realtà in via di sviluppo sull’intero territorio pugliese. Bari, Lecce, Brindisi, Foggia hanno già delle realtà consolidate, Taranto non è da meno. Un festival ha sempre un impatto positivo sul territorio e sicuramente durante le tre serate ve ne accorgerete.
Cosa pensi dovrebbe comunicare il corto vincitore?
Il cortometraggio è un breve racconto fatto a immagini e quello vincitore dovrebbe essere una piccola storia ben raccontata.  
Promozione del territorio e valorizzazione dei talenti, quindi a Taranto è possibile un’alternativa basata sulla cultura?
Certo, sul territorio ci sono diverse realtà che si occupano di cinema e della creazione di corti e videoclip, infatti, da Taranto, sono giunti diversi lavori interessanti, altri meno. Bisogna sempre più osare e lasciare spazio alla fantasia. Nel nostro territorio un’alternativa è possibile, la cultura è possibile, ma le diverse realtà associative dovrebbero sempre più collaborare tra loro e non fermarsi alle invidie e gelosie. Magari una sana competizione tra le varie associazioni e cooperative potrebbe essere la svolta di questa città, anche a livello di possibilità occupazionali.loc.jpg
Prima breve impressione dei cortometraggi visionati?
Tutti hanno qualcosa di interessante, ovviamente i finalisti in concorso hanno quel qualcosa in più.
Vi è anche la sezione dei videoclip musicali, ottima iniziativa, la musica ha un ruolo fondamentale in ogni cultura, anche per questa sezione cosa pensi dovrebbe comunicare il videoclip vincitore?
Il videoclip vincitore dovrebbe essere un bel connubio tra musica e immagini.
Oltre al concorso di cortometraggi vi sono eventi collaterali: la presentazione di un libro, un workshop su come realizzare un documentario, una mostra fotografica, quindi, credi nella sinergia di varie forme d’arte?
Certo, l’arte è il mezzo che l’uomo ha per raggiungere la bellezza, la verità più profonda. La letteratura, la fotografia, il cinema sono arti sorelle. Per me è molto sottile il confine tra letteratura e cinema. Un romanzo, una poesia sono immagini reali o irreali che si materializzano nella mente del lettore, una fotografia non è che una immagine catturata dalla realtà e rielaborata che ha in sé un messaggio, un simbolo, un segno, un po’ come un quadro o una scultura. Il cinema è l’unione di questi messaggi, in più ha il movimento e l’immagine diviene simulacro. Il pubblico s’immedesima nel film, ragiona e cerca di cambiare in positivo il suo modo di vedere le cose. L’arte serve a migliorarsi e a crescere.   

Il Summer Corto Cafè Festival si terrà dal 22 al 24 luglio presso il Centro Velico Alto Jonio, sito in viale Virgilio 4, a Taranto. Per maggiori info: summercortofestival.blogspot.com – summercortocafefestival@live.it .