“Duramadre” di Riccardo Spagnulo in scena al teatro TaTÀ

Sterilità e terra.

duramadre-300x200.jpgSabato sera, al teatro TaTÀ di Taranto, andrà in scena “Duramadre” di Riccardo Spagnulo con la regia di Licia Lanera.

La sterilità è il tema principale del progetto, intesa come sterilità della terra, della donna e del sentimento, condizione che riflette l’aridità del tempo contemporaneo e di questa realtà. Ci si avvicina alla dissoluzione, alla immediata fine e si vive in una superficie arida e desertica: ogni tipo di energia risulterà solo un lusso. Solo qualche superstite potrà cercare un’alternativa, una scommessa sull’uomo. Una storia che riflette la situazione critica che c’è in Italia, in Giappone, in Africa, dei crolli della borsa, dei terremoti, dei disastri, delle periferie. In scena Mino Decataldo, Licia Lanera, Marialuisa Longo, Simone Scibilia, Riccardo Spagnulo.

Inizio spettacolo: ore 21. Ingresso 22 euro (ridotto 18 euro). Per info: 099472578. Il TaTÀ si trova in via Grazia Deledda a Taranto.

………………………………………………………………………………………………………………….

Raramente aggiungo note personali alle notizie che vengono pubblicate da me in questo blog.
Mi perdonerete l’eccezione quindi, ma la situazione lo richiede.

Infatti, con il post di oggi, si chiude l’avventura “local blog” per me e per altri quindici colleghi di altrettante città italiane. Le motivazioni risiedono in precise scelte della nuova dirigenza che, ovviamente, ci possiamo solo limitare ad accettare e che personalmente non commenterò in questa sede.
Non so cosa ne sarà di questa pagina, se rimarrà “in stato di abbandono” oppure gestita da terzi. Ciò che è sicuro, invece, è che la mia attività finisce qui.

Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno seguito con affetto questo mio percorso iniziato nel luglio del 2009 e portato avanti sempre con grande passione, costanza ed impegno. In questi anni, ho cercato in tutti i modi di dare spazio a quelle iniziative artistiche meritevoli di attenzione, in particolar modo le piccole realtà , e a tutte le notizie d’attualità riguardanti Taranto, analizzate sempre da un punto di vista oggettivo, in modo tale da stimolare la riflessione e non influenzare mai con delle opinioni puramente personali. Spero di essere riuscito nel mio intento.

Infine saluto calorosamente tutti i miei colleghi (sperando di ritornare a collaborare quanto prima) e, last but not least, Tiziana e Massimo di Bitness, attenti moderatori del nostro lavoro e persone squisite.

A presto
Pierpaolo

 

Corrado Augias in “La vera storia della Traviata” giovedì al TaTÀ

Riscoprendo la Traviata per il bicentenario verdiano.

aaaaaaaaaaaa.jpgGiovedì 28, presso il teatro TaTÀ di Taranto, andrà in scena “La vera storia di Traviata” con Corrado Augias.

Si tratta del racconto della celeberrima opera verdiana, narrata, appunto da Augias, narratore d’eccezione. Accompagnato dal pianista Giuseppe Fausto Modugno, Augias narrerà le vicende di Violetta Valery, già Alphonsine Plessis e Marie Duplessis.

Violetta Valery è la protagonista dei versi de “La dama delle camelie” di Alexandre Dumas e il compito del narratore è quello di analizzare nel dettaglio la vicenda e lasciare entrare nella storia gli spettatori.

La regia dello spettacolo è di Stefano Mazzonis Pralafera.

Inizio spettacolo: ore 21. Ingresso: 25 euro (ridotto 22). Per info: 0997303972. Il TaTÀ si trova in via Grazia Deledda a Taranto.

Lillo e Greg venerdì al teatro Orfeo con “Sketch & Soda”

Dopo Michelle Hunziker… ancora tanta voglia di ridere!

aaaaaaaaaaa.jpgVenerdì sera, al teatro Orfeo di Taranto, andrà in scena “Sketch & Soda” con Lillo & Greg (ovvero Pasquale Petrolo e Claudio Gregori).

Lo spettacolo del duo comico, nato inizialmente come gruppo demenziale con il nome di “Latte e i suoi derivati”, alterna comicità surreale, grottesca e cinica, per mezzo della quale critica e commenta i vizi e gli eccessi degli italiani.

Il loro spettacolo si caratterizza per il suo ritmo veloce, per gli sketch brevi ma intensi e per la sua satira pungente. Il duo è accompagnato dal maestro Attilio Di Giovanni al pianoforte.

Inizio spettacolo: ore 21. Per info: 0994533590. Il teatro Orfeo si trova in via Pitagora 78 a Taranto.

“La morte di Babbo Natale” sabato sera al teatro TaTÀ

Storia di un mito in decadenza.

aaa.jpgDomani sera, al teatro TaTÀ, andrà in scena “La morte di Babbo Natale – eutanasia di un mito sovrappeso” di Tony Clifton Circus, con Nicola Danesi de Luca, Iacopo Fulgi, Enzo Palazzoni e Werner Waas.

Lo spettacolo indaga sulla figura natalizia per eccellenza: un mito dei bambini sempre, ma anche un supereroe del consumismo che è ormai deprimente.  Del resto “per ogni bambino, scoprire che Babbo Natale non esiste significa capire che si sta diventando grandi e che la cosa non è poi così bella”.

Nel lavoro, inoltre, si cerca di rispondere alla domanda su cosa faccia papà Natale in periodi diversi da quello natalizio: ovvero se “si deprime o esulta per il non-lavoro su una spiaggia caraibica”.

Inizio serata: ore 21. Ingresso: 13 euro intero, 10 euro ridotto over 65 e 8 euro under 25. Per info: 0994725780. Il teatro TaTÀ si trova in via Grazia Deledda a Taranto.

La storia di “Aladino” in scena al teatro TaTÀ questa domenica.

Un classico della Disney approda al TaTÀ.

aladino-7-ph-silvia-convertini.jpgDomenica, presso il teatro TaTÀ, andrà in scena lo spettacolo “Aladino“, ideato da Sandra Novellino, con Delia De Marco, Giulio Ferretto, Luigi Tagliente.

Quella che viene raccontata è la storia di due bambini dei giorni nostri, Aladino e Jasmine, ed entrambi hanno un problema da risolvere. Aladino viene preso in giro dai compagni di classi e Jasmine vuole essere considerata qualcosa di più rispetto ad una bambina.

I due si incontrano a causa di una strana lampada e, proprio a causa di questo strano oggetto, dovranno sfidare l’ira del terribile mago Jaffar.

Inizio spettacolo: ore 18. Ingresso: 6 euro. Per info: 0994725780. Il teatro TaTÀ si trova in via Grazia Deledda a Taranto.

“Siamosolonoi” domani sera al teatro Verdi di Martina Franca

Storie d’amore a teatro.

70776.jpgAndrà in scena domani, al teatro Verdi di Martina Franca, “Siamosolonoi”, di Marco Andreoli, regia di Michele Riondino e Marco Andreoli e con lo stesso Riondino e Maria Sole Mansutti.

Quella che si narra è la storia di un amore malato, infantile e possessivo, di Savino e Ada, i due protagonisti della rappresentazione.

Una lotta amorosa, quindi, che si svolge in cucina, che diventa per l’occasione un teatro di duelli e vendette, conquiste, sconfitte in un’atmosfera che alterna leggerezza, malinconia e inquietudine.

Inizio spettacolo: ore 21. Per info: 0804805080. Il teatro TaTÀ si trova in piazza XX settembre 5, a Martina Franca.

“Oscura immensità” di Alessandro Gassman mercoledì al teatro TaTÀ

Vita e morte in un duello travolgente.

aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa.JPGMercoledì, presso il teatro TaTÀ di Taranto, andrà in scena “Oscura immensità”, tratto dal romanzo di Massimo Carlotto “L’oscura immensità della morte”, regia di Alessandro Gassman, con Giulio Scarpati e Claudio Casadio.

Durante una rapina, il delinquente sequestra una madre e il figlio di otto anni e li uccide: per il delitto, viene punito con l’ergastolo. Una sentenza giusta per la legge, ma non per Silvano Contin, marito e padre degli assassinati, che scopre la vera solitudine, vittima della memoria.

Dopo quindici anni, l’omicida è in fin di vita a causa di un tumore e chiede perciò sia la grazia sia il perdono di Contin. La risposta di quest’ultimo è alla base dell’intero lavoro, in un confronto tra due tragedie che inevitabilmente si fondono, dando vita a riflessioni scarne ed essenziali.

Inizio spettacolo: ore 21. Per info: 0994725780. Il teatro TaTÀ si trova in via Grazia Deledda a Taranto.

Michelle Hunziker lunedì al teatro Orfeo con “Mi scappa da ridere”

Una regina della tv a teatro.

aaaaaaa.jpgLunedì, presso il teatro Orfeo di Taranto, andrà in scena “Mi scappa da ridere” con Michelle Hunziker, con la regia di Giampiero Solari e di Riccardo Cassini, Francesco Freyrie, Piero Guerrera e Giampiero Solari.

Protagonista dello spettacolo, come suggerisce il titolo, è la risata, intesa come modo di comunicare: una caratteristica che ha contraddistinto la conduttrice fin dagli esordi.

Se esistesse una fabia di Michelle Hunziker, comincerebbe con una risata, per introdurre tanti aneddotti sorprendenti senza mai prendersi mai sul serio. A teatro Michelle porta proprio una favola, che parte dalla sua vita privata e dall’infanzia, dalle sue passioni, i suoi amori e “le streghe cattive”.

Inizio spettacolo: ore 21. Per info: 099.4533590. Il teatro Orfeo si trova in via Pitagora 78.

“Romeo e Giulietta” di Tonio De Nitto sabato al teatro TaTÀ

La storia di Romeo e Giulietta rivive al TaTÀ.

aaaaaa.jpgDomani sera, al teatro TaTÀ di Taranto, andrà in scena “Romeo e Giulietta” di William Shakespeare, con la regia di Tonio De Nitto.

Lo spettacolo mette in luce una importante riflessione, relativa a quanto i genitori amino i figli e quanto riescano a capirli. La versione diretta da De Nitto presenta due linguaggi tra loro opposti: il primo contrassegnato da rime baciate e alternate per i personaggi del mondo dominato da violenza e odio e il secondo contraddistinto da una semplicità tipica di due innamorati.

Tra toni cupi e leggeri, al centro di tutto c’è una storia d’amore profonda e tormentata, che avviene nel bel mezzo della giovinezza.

Inizio spettacolo: ore 21. Ingresso: 13 euro (10 per over 65, 8 per under 25). Per info: 0994725780. Il teatro TaTÀ si trova in via Grazia Deledda a Taranto.

Fabio Concato in concerto al teatro Orfeo questo venerdì

Uno dei nomi di punta del cantautorato italiano in concerto.

aaaaaa.JPGVenerdì sera, al teatro Orfeo, si esibirà in concerto Fabio Concato, durante il quale presenterà il nuovo disco intitolato “Tutto qua”.

Oltre ad essere uno dei pochi che ha mischiato la canzone d’autore con il jazz, Fabio Concato continua il suo percorso dopo più di 35 anni di onorata carriera e, in questo tour, farà riascoltare non solo i suoi più grandi successi, ma anche i motivi meno noti della sua discografia.

Tra autoironia ed impegno civile e sociale, la sua canzone è entrata di diritto nella storia della musica italiana e, a distanza di anni, riesce ancora ad esprimere una dolcezza senza tempo.

L’artista sarà accompagnato da Ornella D’Urbano (arrangiamenti, piano e tastiere), Stefano Casali (basso), Larry Tomassini (chitarre) e Gabriele Palazzi (batteria).

Inizio serata: ore 21. Ingresso: 40, 30 e 20 euro. Per info: 0997303972. Il teatro Orfeo si trova in via Pitagora 78 a Taranto.