“La morte di Babbo Natale” sabato sera al teatro TaTÀ

Storia di un mito in decadenza.

aaa.jpgDomani sera, al teatro TaTÀ, andrà in scena “La morte di Babbo Natale – eutanasia di un mito sovrappeso” di Tony Clifton Circus, con Nicola Danesi de Luca, Iacopo Fulgi, Enzo Palazzoni e Werner Waas.

Lo spettacolo indaga sulla figura natalizia per eccellenza: un mito dei bambini sempre, ma anche un supereroe del consumismo che è ormai deprimente.  Del resto “per ogni bambino, scoprire che Babbo Natale non esiste significa capire che si sta diventando grandi e che la cosa non è poi così bella”.

Nel lavoro, inoltre, si cerca di rispondere alla domanda su cosa faccia papà Natale in periodi diversi da quello natalizio: ovvero se “si deprime o esulta per il non-lavoro su una spiaggia caraibica”.

Inizio serata: ore 21. Ingresso: 13 euro intero, 10 euro ridotto over 65 e 8 euro under 25. Per info: 0994725780. Il teatro TaTÀ si trova in via Grazia Deledda a Taranto.

“Amore sublime” in scena al CasaTeatro di Grottaglie

La vita e la morte in una domanda senza risposta.

amore.jpgMercoledì 5 ottobre, alla CasaTeatro di Grottaglie, andrà in scena “Amore sublime”, con Daniela Delle Grottaglie, Alfredo Traversa e Rino Massafra.

La storia è incentrata su due ragazzi, Sara e Pietro. La prima entra in coma dopo una violenta crisi d’asma, il secondo cerca in tutti i modi di tenerla in vita.

Comune denominatore è l’amore, in senso pieno, profondo, non usa e getta o noioso.

Lo dimostra lo scambio di emozioni tra i due, anche se lei non risponde ad alcuno stimolo. Cosa fare quindi? Come si concluderà la vicenda? Uno spettacolo, quindi, per riflettere sulla condizione umana.

Inizio spettacolo: ore 21. Ingresso: 5 euro. Per info: 3287482683. La CasaTeatro si trova in via S.F. De Geronimo 55.