“La morte di Babbo Natale” sabato sera al teatro TaTÀ

Storia di un mito in decadenza.

aaa.jpgDomani sera, al teatro TaTÀ, andrà in scena “La morte di Babbo Natale – eutanasia di un mito sovrappeso” di Tony Clifton Circus, con Nicola Danesi de Luca, Iacopo Fulgi, Enzo Palazzoni e Werner Waas.

Lo spettacolo indaga sulla figura natalizia per eccellenza: un mito dei bambini sempre, ma anche un supereroe del consumismo che è ormai deprimente.  Del resto “per ogni bambino, scoprire che Babbo Natale non esiste significa capire che si sta diventando grandi e che la cosa non è poi così bella”.

Nel lavoro, inoltre, si cerca di rispondere alla domanda su cosa faccia papà Natale in periodi diversi da quello natalizio: ovvero se “si deprime o esulta per il non-lavoro su una spiaggia caraibica”.

Inizio serata: ore 21. Ingresso: 13 euro intero, 10 euro ridotto over 65 e 8 euro under 25. Per info: 0994725780. Il teatro TaTÀ si trova in via Grazia Deledda a Taranto.

La storia di “Aladino” in scena al teatro TaTÀ questa domenica.

Un classico della Disney approda al TaTÀ.

aladino-7-ph-silvia-convertini.jpgDomenica, presso il teatro TaTÀ, andrà in scena lo spettacolo “Aladino“, ideato da Sandra Novellino, con Delia De Marco, Giulio Ferretto, Luigi Tagliente.

Quella che viene raccontata è la storia di due bambini dei giorni nostri, Aladino e Jasmine, ed entrambi hanno un problema da risolvere. Aladino viene preso in giro dai compagni di classi e Jasmine vuole essere considerata qualcosa di più rispetto ad una bambina.

I due si incontrano a causa di una strana lampada e, proprio a causa di questo strano oggetto, dovranno sfidare l’ira del terribile mago Jaffar.

Inizio spettacolo: ore 18. Ingresso: 6 euro. Per info: 0994725780. Il teatro TaTÀ si trova in via Grazia Deledda a Taranto.

“Romeo e Giulietta” di Tonio De Nitto sabato al teatro TaTÀ

La storia di Romeo e Giulietta rivive al TaTÀ.

aaaaaa.jpgDomani sera, al teatro TaTÀ di Taranto, andrà in scena “Romeo e Giulietta” di William Shakespeare, con la regia di Tonio De Nitto.

Lo spettacolo mette in luce una importante riflessione, relativa a quanto i genitori amino i figli e quanto riescano a capirli. La versione diretta da De Nitto presenta due linguaggi tra loro opposti: il primo contrassegnato da rime baciate e alternate per i personaggi del mondo dominato da violenza e odio e il secondo contraddistinto da una semplicità tipica di due innamorati.

Tra toni cupi e leggeri, al centro di tutto c’è una storia d’amore profonda e tormentata, che avviene nel bel mezzo della giovinezza.

Inizio spettacolo: ore 21. Ingresso: 13 euro (10 per over 65, 8 per under 25). Per info: 0994725780. Il teatro TaTÀ si trova in via Grazia Deledda a Taranto.

“Storie appese ad un filo” in scena al teatro TaTA’ di Taranto

Universo a misura di bambino.

storie2.jpgDomenica 22, presso il teatro TaTA’, andrà in scena “Storie appese ad un filo”, di Nicoletta Briganti, Renato Patarca, Lino Terra, Natascia Zanni e con Nicoletta Briganti, Renato Patarca e Lorella Rinaldi.

Lo spettacolo mette in scena il mondo come viene immaginato dai bambini, con le loro associazione di idee, parole e rime.

Quelle rappresentate sono appunto delle brevi storie, con protagonisti sospesi nello spazio e destini incompiuti.

Tutto viene raccontato in modo surreale e divertente, quasi come se fossero delle filastrocche, in modo che gli spettatori più giovani possano riconoscersi in quel linguaggio e in quelle storie.

Inizio spettacolo:  ore 18. Ingresso: 6 euro. Per info: 0994725780. Il teatro TaTA’ si trova in via Grazia Deledda, a Taranto.

Alla ricerca del nostro cuore

Rileggando il “Cuore” di Edmondo De Amicis.

cuore.jpgQuesto sabato andrà in scena presso il teatro TaTA’Cuore. Come un tamburo nella notte”, diretto da Roberto Corradino.

Lo spettacolo, ispirato appunto dal capolavoro di De Amicis, è dedicato alla nostra persona, alle nostre abitudini, alla nostra famiglia, a chi incontriamo di giorno in giorno, ai luoghi che fanno parte della nostra vita quotidiana.

Ma soprattutto è un lavoro che parla del nostro paese, della sua adolescenza di ieri e di oggi e per descrivere il quotidiano, cercando di capire perché l’Italia è un paese per vecchi.

Lo spettacolo è una produzione Reggimento Carri Teatro. Il cast è formato da Michele Altamura, Riccardo Lanzarone, Francesco Martino, Filippo Paolasini e Gabriele Paolocà.

Inizio spettacolo: ore 21. Ingresso 12 e 8 euro. Il teatro TaTA’ si trova in via Grazia Deledda, a Taranto.

(foto da teatro.org)

Una fede messa a dura prova

Una donna e la sua fede.

mangiami.jpgDomani al teatro TaTA’ andrà in scena “Mangiami l’anima e poi sputala”, ispirato dall’omonimo romanzo di Giovanna Furio.

E’ la storia di una donna del sud, quella che potremmo chiamare una “bigotta”.

E’ innamorata della figura di Gesù Cristo e, tramite una sentita preghiera, riesce a farlo scendere dalla croce presente nella chiesa alla quale è affezionata e a portarselo nella sua dimora.

Ma ciò che succederà dopo si rivelerà una cocente delusione, perché diverso da come lo immaginava. E’ un Cristo che parla albanese, fuma e sostenitore dell’amore fisico.

Lo spettacolo è di e con Licia Lanera e Riccardo Spagnulo. E’ una produzione “Fibre Parallele Teatro”.

Inizio spettacolo: ore 21. Ingresso: 12 e 8 euro. Per info: 099.4707948 – 366.3473430. Il TaTA’ si trova in via Grazia Deledda a Taranto.

(foto da primaveradeiteatri.com)

Storie comuni di amori e amicizie inquiete a teatro

Una gioventù e le sue inquietudini.

strada.jpgE’ prevista per domani presso il teatro TaTÀ la rappresentazione teatrale “La strada delle tartarughe”.

Protagonisti della vicenda sono quattro giovani, ovvero il protagonista Michele, il suo amico d’infanzia Vito, la donna per cui ha perso la testa di nome Sara e un ragazzo albanese in cui si è imbattuto in una rissa, Luli.

Le loro sono quattro personalità differenti, ma con lo stesso bisogno di vivere al massimo la propria giovinezza, con i suoi amori, le sue amicizie, i suoi progetti  e le delusioni.

Lo spettacolo è prodotto dal Crest, scritto e diretto da Maria Maglietta con Elena Giove, Paolo Gubello, Daniele Lasorsa, Sandra Novellino, Annabella Tedone, Luigi Tagliente.

Le scene sono di Mario D’Amico e le luci di Vito Marra, per una durata totale dello spettacolo di 65 minuti (senza intervello).

Inizio spettacolo: ore 20.30 Ingresso: 3 euro. Il teatro TatÀ si trova in via Grazia Deledda, a Taranto. Per info: 099.4725780 (TaTÀ).

(foto da solaresonline.it)

 

Le fiabe dei fratelli Grimm a teatro

Hansel e Gretel rivivono a teatro.
hansel.jpgDal 28 al 30 aprile infatti, presso il teatro TaTÀ di Taranto, andrà in scena la rappresentazione per bambini “La storia di Hansel e Gretel”.

Il racconto è inquietante come la donna che appare ai due fratelli protagonisti bellissima e materna, ma in realtà non è altro che una strega che inganna e mangia i bambini.

E “ombroso”, come un bosco che la luce di giorno trasforma a differenza del luogo tenebroso della notte.

La bellezza dello spettacolo sta nel suo essere una via d’incontro tra realtà e favola e tramanda un importante insegnamento per i bambini: quello di valorizzare le cose,  di imparare a conquistarle e di superare la dipendenza dai genitori.

Il testo dello spettacolo è di Katia Scarimbolo. In scena Catia Caramia, Giulio Ferretto, Paolo Gubello e Maria Pascale. Scene, luci e regia di Michelangelo Campanale.

Inizio spettacolo: ore 10.30. Ingresso: 4 euro. Per info: 099/4725780.

 

 

 

Per non dimenticare il 25 aprile

In occasione della festa della liberazione del 25 aprile, il teatro TaTÀ dedicherà tre giorni (dal 23 al 25 aprile) alla memoria della Resistenza, mettendo in scena film, rappresentazioni teatrali e letture sceniche. risorgimento.jpg

Il progetto è stato denominato 3R, ovvero “Risorgimento”, “Resistenza” e “Repubblica”.

Il 23 aprile, alle ore 18, ci sarà un toccante incontro con Adelmo Cervi, figlio di Aldo, uno dei sette fratelli trucidati dai nazisti il 28 dicembre 1943 a Reggio Emilia, mentre alle ore 21 verrà proiettato il film “L’uomo che verrà” di Giorgio Diritti, in sostituzione dello spettacolo “made in italy”, annullato a causa di un incidente stradale che ha coinvolto l’attrice Valeria Raimondi.

Sabato 24, alle 19 è previsto l’incontro con David Bidussa, direttore della biblioteca della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli di Milano. Alle ore 21 invece andrà in scena “Risorgimento Pop” (in foto, un momento dello spettacolo), uno spettacolo sul Risorgimento, sui quattro padri della patria, Mazzini, Garibaldi, Cavour, Vittorio Emanuele, e sul suo antipapà, Pio IX, con la regia di Daniele Timpano e Marco Andreoli.

Infine domenica 25, alle ore 16.30 si terrà la premiazione del concorso di scrittura creativa R3 selezionati dalla giuria, alle ore 18 la replica del film “L’uomo che verrà” e alle 21 la rappresentazione “Ricordi con guerra”, di e con Stefano Cipiciani.

Ingresso teatro: 12 euro, ridotto gruppi (almeno dieci persone) 10 euro, ridotto (under 21 e over 65) 8 euro. Per info e prenotazioni: 099.4725780 – 366.3473430 .

 

 

Ricercando la propria solitudine

Spettacolo da non perdere questo martedì e mercoledì presso il teatro TaTÀ di Taranto.

notte.jpgInfatti, per la stagione di prosa 2009/10 promossa dal comune di Taranto e Teatro Pubblico Pugliese, andrà in scena “La notte poco prima della foresta”, di Bernard-Marie Koltès, con protagonista Claudio Santamaria, ormai star della televisione e del cinema.

Ci troviamo in un quartiere di Parigi, noto per i suoi truffatori, spacciatori e prostitute.

Ma non solo: c’è anche un uomo alla ricerca di qualcosa, con la sua solitudine misteriosa e seducente.

La storia è strutturata come un “monologo senza respiro”, un fiume dirompente di parole, in una storia in cui l’uomo racconta la sua solitudine e il suo sentirsi diverso ed esiliato.

La regia dello spettacolo è affidata a Juan Diego Puerta Lopez. Le musiche originali dello spettacolo sono di Giuliano Sangiorgi.

Inizio spettacolo: ore 21 (martedì 06) e ore 18 (mercoledì 07). Per info: 099.4725780 – 366.3473430.